Il sito si è trasferito QUI

Dimmi tre segreti di Julie Buxbaum [RECENSIONE]

Questo è un giorno dei più belli perché sto per parlarvi di uno dei libri più affascinanti che abbia letto in questo periodo. Immagino che molti di voi lo conoscono già. Sto parlando di Dimmi tre segreti di Julie Buxbaum. Esaltante, non trovate? Be', se ancora non lo avete letto dovete immediatamente rimediare, e non sto qui a raccontare storie: parlo sul serio. Se sognate anche voi un libro che sia fuori dagli schemi, che vi faccia battere forte il cuore, dal quale non riuscite a staccare gli occhi, bene ecco, questo è proprio il libro che fa per voi. Sapete bene che quando mi innamoro di un libro non so far altro che cantarne le lodi, dunque in questa recensione troverete solo pareri positivi. 


Titolo: Dimmi tre segreti 
Autrice: Julie Buxbaum 
Genere: Young Adult 
Editore: DeAgostini 

Il mio voto: 


Trama: 
Jessie ha sedici anni e una vita da schifo. O almeno così le sembra il giorno in cui lascia Chicago per frequentare il liceo più snob di Los Angeles. Ma proprio quando le cose si mettono male, riceve una mail misteriosa. Una mail in cui Un Perfetto Sconosciuto si offre di aiutarla a orientarsi nella giungla della nuova scuola, mantenendo però l’anonimato. Jessie è perplessa: si tratta di uno scherzo di cattivo gusto o qualcuno vuole davvero darle una mano? Il punto è che lei non è nelle condizioni di rifiutare un aiuto tanto generoso: sua madre è morta ormai da un paio di anni, e suo padre si è risposato, costringendola a trasferirsi dall’altra parte del Paese, in un posto che odia con un fratellastro che odia ancora di più. Ecco perché Jessie non può fare altro che fidarsi: presto, Un Perfetto Sconosciuto diventa il suo migliore amico, e lei decide che è arrivato il momento di incontrarlo. Ma, si sa, ci sono segreti che è meglio non svelare mai…

Devo ammettere che la DeAgostini mi sta sorprendendo; prima con Raccontami di un giorno perfetto, adesso con questo: Dimmi tre segreti. Due libri molto diversi eppure entrambi bellissimi. Quel genere di storie che non dimentichi facilmente, che ti scavano dentro prendendosi uno spazio tutto loro. Ecco queste due storie sono talmente belle che le leggerei milioni di volte, e forse è proprio per questo che ultimamente non faccio altro che andare alla ricerca di simili libri. Un po' perché li ho sempre adorati e un po' perché ora come ora si stanno perdendo molte delle cose essenziali della vita, mandando a farsi benedire qualsiasi insegnamento etico o morale. È proprio questo il punto. Innamorarsi di un libro come questo, in pieno regime "antimoralistico" in cui siamo caduti, può far solo sorridere e stare bene. Sì, perché con questo libro ho sorriso e mi sono piacevolmente stupita pagina dopo pagina, riscoprendo quei sentimenti tipici dell'adolescenza. Non posso dire di essermi immedesimata nella protagonista, mi assomiglia poco nonostante la passione per la lettura; ma in fondo l'ho amata sin da subito. È la tipica ragazza dolce e sensibile, ma molto solitaria, quel genere di ragazza che preferirebbe restartene chiusa in casa piuttosto che uscire. Ma il suo "rinchiudersi" in se stessa ha un motivo molto più profondo, legato alla scomparsa della madre e alla sua nuova vita in un'altra città, con una nuova matrigna e un fratellastro antipatico. Sarà grazie alle mail di Un Perfetto Sconosciuto che ritroverà mano a mano il sorriso. 

Si tratta di un romanzo dolcissimo e delicato, e voi sapete quanto io ami questo genere di romanzi; si muovono piano in punta di piedi e senza che capisci come, entrano dentro di te e non se ne vanno più via. In pratica ho apprezzato tutto di questo romanzo, i personaggi, l'ambientazione, la morale, la dolcezza che traspare. La scrittura è molto semplice, a tratti leggermente elementare,  ma è proprio questa semplicità a renderlo unico nel suo genere. Credo di aver già trovato quello che sarà il miglior Young Adult 2016! Non mi stupirebbe affatto se qualcun'altro la pensasse come me o se il romanzo, veramente, vincesse un simile titolo.  Certamente attendo le vostre opinioni! 
Buona lettura! ♥




Liebster Award 2016

Ciao a tutti oggi vi parlo dei LIEBSTER AWARD 2016 , sono un piccolo premio che viene dato da altri blogger ad altri blog, per contribuire a far conoscere nuovi blogger.
Ve ne parlo, anche se anch'io ho appena scoperto cosa sono, perché mi è stato assegnato un Liebster Award e sono troppo felice, cioè sono stata nominata tra gli 11 blog migliori con meno di 200 iscritti. Non me lo sarei mai aspettata.





Inizio con la scaletta prevista:
  • Ringraziare chi ci ha nominato
Parto con il ringraziare il blog LIBRI_UNA_PASSIONE qui e il blog di REBECCA MAZZARELLA qui per avermi nominata, sono veramente euforica, grazie mille ragazze! :)
  • Scrivere qualcosa sul blog che preferite
Ci sono molti blog che mi piacciono e non è una scelta facile. Quando però decisi di aprire un blog tutto mio è stato grazie al blog di Glinda Izabel di Atelier dei Libri qui 
  • Rispondere alle 11 domande del blog che ti ha nominato:

Domande di Giorgia: 
1. Avete fratelli o sorelle?
Sì, ho un fratello. 
2. Il vostro film preferito
Sarò scontata: Titanic.
3. Che genere letterario preferite?
Young Adult, rosa, fantasy.
4. Dove amate leggere?
Sul divano o in giardino.
5. Vi piace leggere con o senza musica?
Assolutamente senza.
6. Autore/autrice preferito/i?
Jane Austen, Emily Bronte e Anne Rice.
7. Il vostro colore preferito?
Rosso.
8. Il vostro libro preferito?
Cime tempestose.
9. Quanti libri avete?
Non li ho mai contati. 
10. Se poteste vivere in un libro quale sarebbe?
Raccontami di un giorno perfetto o Dimmi tre segreti. Li ho adorati entrambi. 
11. Descrivetevi in 5 parole
Caotica. Impulsiva. Sognatrice. Sincera. Curiosa. 

Domande di Rebecca: 
1. Libro preferito? 
Cime tempestose :D 
2. Libro odiato?
Non ne ho uno solo ma tanti!!! Ne ho letto uno la scorsa settimana e ne sono rimasta scioccata! 
3. Colore preferito?
Rosso.
4. Animale preferito? 
Gatto! *__*
5. Serie TV preferita? 
Merlin. Buffy.
6. 3 difetti?
Solo tre? Uhm... Disordinata, vendicativa, possessiva, facile agli scatti d'ira, orgogliosa e presuntuosa.
7. 3 pregi?
Sincera, passionale, curiosa. 
8. Genere di letture che amate? 
Rosa, fantasy, young adult e a seguire tutti gli altri.
9. Genere di letture che odiate? 
Gialli. 
10. Cosa amate fare nel tempo libero? 
Leggere o dipingere. 
11. Il vostro film preferito? 
Titanic forever ♡

  • Scrivi a piacere 11 cose su di te
  1. Adoro dipingere e amo il profumo dei colori e dei pennelli. 
  2. Oltre ad amare leggere, amo scrivere. 
  3. Ho un gatto bianco e nero, si chiama Romeo ed è meraviglioso :D 
  4. Amo la campagna, mi piace dedicarmi all'orto e guidare i trattori. 
  5. Da piccola volevo fare l'archeologa. 
  6. Guardo spessissimo i cartoni animati.
  7. Il mio cantante preferito è Vasco Rossi, morirei per le sue canzoni *__* 
  8. Vorrei avere un cavallo per cavalcare in campagna e nei boschi le domeniche. 
  9. Mi piace la solitudine. 
  10. Cambio spesso colore dei capelli.
  11. Ho una passione smisurata per puzzle e peluche. 
  • Premiare a tua volta 11 blog con meno di 200 followers
  1. The books of Alice
  2. Rebecca Mazzarella
  3. L'antico calamaio
  4. La biblioteca dietro l'angolo
  5. Ladra di libri
  6. Gli alberi da libri
  7. MM e dintorni
  8. Non servono le ali per volare
  9. Ragazza in rosso
  10. La Rapunzel dei libri
  11. La casa del gioco perduto
  • Formulare 11 domande per i blog che nominerai
  1. Hai fratelli o sorelle?
  2. Perché hai deciso di aprire un blog? 
  3. Qual è il tuo libro preferito? 
  4. Un pregio.
  5. Un difetto. 
  6. Leggi di più autori italiani o stranieri?  
  7. Il tuo colore preferito?
  8. Mare o montagna?  
  9. Sport o musica? 
  10. Che oggetto c'è alla tua destra? 
  11. Descriviti in 5 parole. 
  • Informare i blogger del premio ricevuto
Sarà fatto! Grazie mille ^_^ 

Io prima di te, di Jojo Moyes [RECENSIONE]

So con quale lentezza scrivo le recensioni, soprattutto perché non ho molto tempo per leggere, quindi non riesco a superare una media di un libro al mese. Questo romanzo, però, l'ho letto tutto d'un fiato. Non so se a invogliarmi alla lettura sono state la marea di recensioni positive che ha avuto, o tutta quella pubblicità sul film che uscirà nelle sale a settembre. A conquistarmi forse è stato il trailer stesso del film. Fatto sta che l'ho comprato e in soli pochi giorni l'ho finito. E se voi, ancora non lo avete letto, fatelo, perché è un libro meraviglioso, ma vi consiglio di tenere a portata di mano una scatola di fazzolettini, potrebbe farvi piangere ed emozionare come non vi era mai successo prima.

Titolo: Io prima di te
Autrice: Jojo Moyes
Genere: Rosa/Narrativa 
Editore: Mondadori 
Il mio voto:



Trama:
A ventisei anni Louisa Clark sa tante cose.
Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione.
A trentacinque anni Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima e che l'ha inchiodato su una sedia a rotelle gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti.
 Nessuno dei due, comunque, sa che la propria vita sta per cambiare per sempre.

È proprio quando incontro storie come questa che non vedo l'ora di parlarvene. La protagonista è bizzarra almeno quando me e questo ha fatto sì che riuscissi a immedesimarmi piuttosto in fretta nel personaggio. È decisamente spigliata e dolce, e cosa ancor più importante: non riesce a tener a freno la lingua; forse è questa la caratteristica che più ci accomuna. Dopo che il bar nel quale lavorava ha chiuso, Louisa Clark si ritrova improvvisamente senza un'occupazione e costretta a chiedere aiuto al suo amico al centro dell'impiego, trova come lavoro l'assistenza a un giovane trentacinquenne, Will Traynor, costretto a vivere su una sedia a rotelle dopo un terribile incidente.

Da un punto di vista apparente i due non hanno proprio niente in comune. Louisa è vivace, spensierata, Will è invece così sarcastico, pungente, e rifiuta categoricamente qualsiasi tipo di cosa che Louisa propone. All'inizio la tensione è palpabile, come anche l'antipatia reciproca tra i due, tanto che Louisa è quasi decisa a lasciar perdere questo tipo di lavoro, e probabilmente l'avrebbe fatto se non fosse stato per sua sorella. 
Passano così i giorni, le settimane, fino a quando un giorno, Louisa, sente una conversazione tra la signora Traynor e la figlia. Da quella conversazione tutte le cose cambieranno, e il suo non sarà più un lavoro qualunque, ma una corsa contro il tempo, contro un destino avverso che sembra non volerla aiutare. Metterà in dubbio i sentimenti verso il suo ragazzo, e inizierà a provare nuove emozioni e a fare nuove esperienze.
Arrivata a un certo punto del romanzo non sono più riuscita a smettere di leggere. Tutto quello che assorbivo, i dialoghi tra i protagonisti, le scene stesse, resteranno per sempre indelebili nel mio cuore. Mi sono commossa, mi sono arrabbiata e ho riso tante di quelle volte fino ad avere le lacrime agli occhi. Non sono molti i libri che riescono a catturarmi così tanto. Questa storia in parte mi ha demoralizzata, e in parte ha riacceso in me la voglia di vivere e di viaggiare. Sono anche stata delusa, nonostante immaginassi già come sarebbe andata a finire, probabilmente non lo accettavo. È incredibile quanto riusciamo ad affezionarci ai personaggi dei libri, così tanto che speriamo per loro e con loro fino alla fine. Anch'io, come Lou, non volevo credere a una cosa del genere, eppure dentro di me sentivo che sarebbe stata la strada giusta da percorrere. Un finale fantastico per un libro che sa togliere il fiato con una storia d'amore semplice ma profonda. 
Non posso fare altro che consigliarlo. E vi dirò ancor di più: compratelo, il prima possibile se potete, leggetelo, non vi pentirete di questo romanzo e delle emozioni che sa trasmettere. 
Adesso non mi resta che attendere settembre per la trasmissione del film nelle sale. Non vedo l'ora e già spero che l'estate (fra l'altro non ancora iniziata) sia già finita. Sono curiosa di sapere cosa ne pensate di questa storia, anche voi l'avreste fatta finire così?